• RSS
  • Delicious
  • Facebook
  • Twitter

La sartoria dal 2012 si è rinnovata nel suo direttivo ed è gestita dalla commissione artistica il cui presidente è Lara Cerbini.
Gli altri componenti sono Sara Venturini, Angelina Gorossava, Cristian Lepri, Rosella Trombetti, Erica Ballanti, Amanda Arseni, Feliciana e Francesco Cerbini, Roberta Remoli, Marco Remoli, Antonio Trombettoni, Federica lupidi.
Dal 2015 si sono aggiunti come new entry Francesco Fantauzzi, Arianna Lini, Laura Bianchi e Serena Frittelli.

Senza titolo-1b

La sartoria del Rione Cassero si trovava al terzo piano del Palazzo in cui è situata la sede della contrada, cioè proprio ai piani superiori rispetto alla Taverna del Leon D’Oro. Negli ultimi anni, però, a causa dei lavori in corso nella taverna, è stata spostata in alcune stanze messe a disposizione dall’ente giostra a Palazzo Candiotti.

11349922_669183576547042_1772796198_nb

Nel corso degli anni la sartoria è andata sempre più migliorando a partire dalle nuove divise dei tamburini realizzate nel 2007, ma la vera svolta si può notare a partire dal 2012 ad oggi, in quanto con la nuova presidente della commissione artistica si sono visti molti cambiamenti a partire dal rivoluzionare il parco costumi con modifiche ed abiti realizzati ex novo, come ad esempio i nove armati e l’ abito della seconda dama, usciti per la prima volta nel corteo di giugno 2014.

11304211_669183733213693_1669179863_n11301562_669183606547039_213012131_n

L’abito nuovo della seconda dama che è stato realizzato nel 2014 è un abito di foggia spagnola interamente ricamato a mano a formare un disegno tipico del 1600 con fiori quadrilobati. I castoni e le pietre sono di vetro di murano, mentre le perle utilizzate sono perle scaramazze. Ci sono più 700 perle e 3000 castoni.

11348920_669183636547036_1771134658_n

Il vestito é completato da gioielli realizzati a mano seguendo in maniera dettagliata e filologica i gioielli riportati in famosi dipinti fine ‘500. Inoltre, il collo è realizzato a mano in pizzo Caprai che riporta lo stesso motivo quadrilobato dell’abito.

armati HD

Gli abiti degli armati che sono il simbolo ed il richiamo più forte alla natura stessa del nostro rione, come ben si sa il Cassero è proprio la fortezza militare posta a protezione e guardia della città, sono stati realizzati dalla sartoria rionale.
Di color marrone, corazzati e con spada sul fianco, portano in mano il morione spagnolo adorno di piume dei colori rionali. Ad arricchire il tutto, un prezioso mantello di velluto e seta bordato di passamaneria in filo d’oro.

11358760_669183753213691_2014426640_n

La commissione artistica rionale svolge il suo lavoro durante tutto l’anno in stretta collaborazione con le altre commissioni rionali. Si occupa della sartoria con la manutenzione costante degli abiti che compongono il più prezioso patrimonio di ogni rione, inoltre, si occupa dell’allestimento dei vari eventi organizzati durante i giorni di quintana come il gareggiare dei convivi, la fiera dei soprastanti, l’addobbo della taverna, in Vino Veritas, le presentazioni della nostra famosa rivista “Il Pertinace” e mille altre cose.

Senza titolo-2

Ci sono state grandissime soddisfazioni anche nel gareggiare dei convivi dove la commissione artistica rionale si è interessata per mesi di fare ricerche molto approfondite che hanno portato a risultati sorprendenti, ottenendo le lodi della città e di tutti i direttivi rionali e dell’ente giostra.

Senza titolo-3